Hotel Principe a Firenze - Sito Ufficiale - Booking on line

Cosa fare a Firenze e nei dintorni: i posti da non perdere

florence

Cosa vedere


Galleria degli Uffizi

  • Loggiato degli uffizi (12 minuti a piedi, 1 km)
  • ingresso dal martedì alla domenica 8.15-18.50

La Galleria, simbolo della cultura fiorentina dal Cinquecento a oggi, prende il nome di Uffizi dal palazzo commissionato da Cosimo I de’ Medici a Giorgio Vasari nel 1559, e destinato ad essere la sede delle principali Magistrature o Uffici dello Stato. Fu Francesco I de’ Medici che ebbe l’idea di riunire agli Uffizi le sterminate collezioni d’arte che i Medici, fin dalla metà del ‘500, avevano messo insieme con grande passione. Nelle sale si susseguono capolavori di Giotto, Cimabue, Paolo Uccello, Piero della Francesca fino alle sale del Rinascimento, con un’antologia di splendide opere testimonianza della nuova civiltà figurativa nata a Firenze agli inizi del ‘400 e tra le quali sono universalmente conosciute la Nascita di Venere e la Primavera entrambe dipinte dal Botticelli. La prima è senza dubbio la più classica opera del maestro, la dea della bellezza, purissima e dai contorni rapidi e tremolanti, giunge con motivo quasi ancora ellenizzante dal mare Egeo sospinto dai venti. Nella Primavera, considerata il capolavoro dell’artista, il Botticelli esprime la sua visione estetica quale perfetta espressione dell’ideale neoplatonico, assunto condiviso dal mondo intellettuale fiorentino a lui contemporaneo. Venere appare e tutto intorno a lei si veste di splendide fioriture, mentre le fanno da corona Ermete che scaccia le nuvole, le tre Grazie danzanti, simboli di bellezza, Amore, la Primavera e Zefiro, il cui soffio fa spargere fiori a Flora.

Seguono le sale di Leonardo con la scena dell’Annunciazione, di Raffaello con la Madonna del cardellino, del Caravaggio per terminare con la sala del Settecento che accoglie un gruppo eterogeneo di opere, soprattutto italiane e francesi, che proseguono nel corridoio Vasariano.

Palazzo Pitti

  • Piazza Pitti (12 minuti a piedi, 1 km)
  • ingresso dal martedì alla domenica 8.15-18.50

La costruzione del Palazzo si deve a Luca Pitti, banchiere fiorentino che nel 1498 avviò i lavori del grande edificio sulla collina di Boboli in Oltrarno commissionandone il progetto al Brunelleschi.

Oggi il Palazzo è sede della Galleria Palatina ove ciò che colpisce è l’aspetto fastoso, ben diverso da quello degli Uffizi, degli ambienti sontuosi concepiti nel lusso di stoffe e nello sfoggio di ricche cornici.

Il percorso museale procede con gli Appartamenti Monumentali, abitati in un primo tempo dalle famiglie Medici e Lorena ed in seguito dai re d’Italia, e la Galleria d’Arte Moderna che accoglie tele ottocentesche dei più famosi macchiaioli i quali propugnavano una pittura antiaccademica atta a riprodurre “l’impressione del vero” rappresentando prevalentemente la natura con “macchie” di colori e contrasti di luce. Da ammirare pertanto le opere di Silvestro Lega, Telemaco Signorini e Giovanni Fattori con la celebre Rotonda Palmieri.

Palazzo Pitti ospita anche altri importanti musei quale il Museo degli Argenti, la Galleria del Costume dall’epoca napoleonica ai primi decenni del Novecento, il Museo delle Carrozze e il Museo delle Porcellane con manifatture italiane, francesi, di Vienna e di Meissen.

Dal piazzale di Palazzo Pitti si accede poi al Giardino di Boboli, uno dei più bei giardini all’italiana, ricco di viali, fontane, piazzali e statue, iniziato per volere di Eleonora di Toledo nel 1550 su disegno del Tribolo e del Buontalenti.

Galleria dell’Accademia

  • Via ricasoli, 60 (18 minuti a piedi, 1,4 km)
  • aperto tutti i giorni tranne il lunedi’ 8.15-18.50
  • biglietto con prenotazione consigliata, disponibile in reception

L’origine di questa collezione risale al 1784, quando il granduca Pietro Leopoldo di Lorena volle dotare di una raccolta di antiche opere d’arte l’Accademia delle Belle Arti, perché servisse da esempio per gli allievi.

Emblema della Galleria è la più celebre opera scultorea della storia dell’arte italiana, il David di Michelangelo Buonarroti, databile tra il 1501 e l’inizio del 1504. Il David ritrae l'eroe biblico nel momento in cui si appresta ad affrontare Golia e fu originariamente collocato in piazza della Signoria a Firenze come simbolo della Repubblica fiorentina stessa, vigile e vittoriosa contro i nemici.

Cappelle Medicee

  • piazza madonna degli aldobrandini, 6 (12 minuti a piedi, 1 km)
  • ingresso dal lunedì alla domenica 8.15-13.50

Parte del complesso monumentale della basilica di San Lorenzo, danno sepoltura a molti componenti delle famiglie Medici e Lorena, le cui lastre tombali sono riconoscibili nel pavimento. Rara espressione di Barocco fiorentino, furono compiute in più di tre secoli dall’Opificio delle Pietre Dure di Firenze con l’utilizzo di materiali di estremo pregio e costo.

Cappella Brancacci

  • piazza del carmine (8 minuti a piedi, 700 m)
  • ingresso dal lunedì al sabato 10.00-17.00
  • domenica 13-17
  • chiuso il martedì

Situata all’interno della chiesa di Santa Maria del Carmine, rappresenta uno degli esempi più elevati di pittura del Rinascimento, frutto della collaborazione dei due più grandi artisti del primo Quattrocento, Masaccio e Masolino da Panicale. Il tema della decorazione ad affresco è quello della storia della salvezza dell’uomo, dal peccato originale all’intervento di Pietro quale diretto erede di Cristo e fondatore della Chiesa romana. Degni di nota la Tentazione di Adamo ed Eva di Masolino e la Cacciata dal Paradiso Terrestre, capolavoro di Masaccio.

Duomo

  • (18 minuti a piedi, 1,4 km)
  • Cattedrale: ingresso gratuito dal lunedì al venerdì 10.00-17.00 (sabato 10.00-16:45 / domenica 13:30-16:45)
  • cupola (463 scalini): ingresso dal lunedì al venerdì 8.30-19.00 (sabato 8.30-17.40)

La costruzione, iniziata sulle antiche fondazioni della chiesa di Santa Reparata nel 1296 da Arnolfo di Cambio, fu continuata da Giotto a partire dal 1334 fino alla sua morte avvenuta nel 1337. Nel 1412 la nuova cattedrale, perfetta espressione dello stile gotico, fu dedicata a Santa Maria del Fiore, e consacrata da papa Eugenio IV il 25 marzo del 1436 al termine dei lavori della cupola del Brunelleschi.

Le volte della Cupola sono state dipinte alla metà del Cinquecento da Giorgio Vasari e da Federico Zuccari con un affresco rappresentante il Giudizio Universale.

Ponte Vecchio

  • (12 minuti a piedi, 1 km)

Costruito in epoca romana in legno su pile di pietra, fino al 1218 fu l’unico ponte che attraversava l’Arno a Firenze. Le originarie botteghe di macelleria e di verdure, alla fine del Cinquecento, furono sostituite da oreficerie e gioiellerie per dare maggior prestigio al ponte che era diventato, a detta del granduca Ferdinando I, “luogo assai frequentato da gentiluomini e forestieri”.

Officina Profumo-Farmaceutica Di Santa Maria Novella

  • Via della scala, 16 (6 minuti a piedi, 500 m)
  • ingresso libero tutti i giorni dalle 10.30 alle 19.00

L’Officina Profumo - Farmaceutica di Santa Maria Novella nacque nel 1221 per opera dei frati domenicani che coltivavano nei loro orti erbe officinali per preparare i medicamenti, i balsami e le pomate per la piccola infermeria del convento. Oggi si continuano ad usare materie prime della più alta qualità seguendo ancora i procedimenti artigianali appartenuti ai frati domenicani. Estratto di giglio, essenza di gardenia, acqua di colonia ambrata, crema alla calendula, shampoo al melograno, tisana della sera, sali di lavanda, acqua di melissa, liquore mediceo, elisir di rose, questi solo alcuni della grande varietà di prodotti in vendita nella sala d’ingresso.

Il percorso museale dell'Officina si sviluppa in quelli che erano i laboratori di produzione nella volontà di ridare luce e vita alle macchine utilizzate un tempo per le lavorazioni, ai vetri, alle antiche ceramiche da farmacia, agli oggetti di bronzo e ai paioli in rame.

Dove acquistare


Mercati di Firenze

Fortezza Antiquaria (18 minuti a piedi, 1,4 Km)

  • Viale Filippo Strozzi
  • Tel. (+39) 055 3283550
  • 3° Sabato e Domenica del mese dalle 8.00 alle 19.00

Nei giardini della fortezza da basso la fiera propone mobili, oggettistica, pregiati articoli da collezione, libri, stampe e tanti altri interessanti articoli di piccolo antiquariato.

Mercato delle Pulci (24 minuti a piedi, 2 Km)

  • Piazza dei Ciompi
  • Aperto ogni giorno dalle 9.00 alle 19.30
  • L’ultima domenica del mese il mercato si estende a tutte le stradine intorno alla piazza

Intorno alla loggia disegnata dal Vasari, vecchie lampade, servizi da tè, posate, mobili, stampe, libri e bigiotterie, oggetti di un passato più o meno lontano. Passeggiando tra le bancarelle sarà facile per i collezionisti trovare un oggetto antico pregiato e per i turisti un oggetto fortemente caratteristico ed originale di Firenze.

Mercato di San Lorenzo (12 minuti a piedi, 1 Km)

  • Chiuso le domeniche e i lunedì

Tutto intorno alla Basilica di San Lorenzo bancarelle di abiti, articoli in pelle, e tipici souvenir per i turisti che vogliano acquistare un ricordo della loro visita a Firenze.

Mercato del Porcellino (12 minuti a piedi, 1 Km)

  • Piazza del Mercato Nuovo
  • Chiuso le domeniche e i lunedì mattina

Articoli in paglia fiorentina, ricami fatti a mano, fiori, oggettistica in pelle o in legno.

Outlet Prada

  • Località Levane, Montevarchi
  • Tel. (+39) 055 91931
  • Dal Lunedì al Sabato 9.30-19.00
  • Domenica 15.00-19.00

Prendere l’autostrada A1 Firenze-Roma ed uscire a Valdarno, raggiungere Montevarchi, appena usciti dal paese voltare a sinistra e mantenere la sinistra.

Outlet Gucci, Valentino, Armani, Ferragamo, Loro Piana, Tod’s, Bottega Veneta, Yves Saint Laurent

  • Via Europa 8, Leccio, Reggello
  • Tel. (+39) 055 8657775
  • Dal Lunedì al Sabato 10.00-19.00
  • Domenica 15.00-19.00

Prendere l’autostrada A1 Firenze-Roma ed uscire a Incisa, voltare a destra per Firenze-Pontassieve. Proseguire per circa 5 Km.

Servizio navetta su prenotazione andata e ritorno con partenze 8.00 o 11.30 e rientri 15.00 o 18.15.

Prenotazione Online


Ospiti camera #2
Ospiti camera #3
Ospiti camera #4
Protected by Verisgn Informazioni protette con certificato SSL 128 bit

Richiesta PROMO CODE per AGENZIE/TO



h.principe.fi.11-085

Sposarsi a Firenze

Una cornice d’altri tempi, per una notte di nozze in un'atmosfera intima e romantica

Maggiori info

DSC_6634

Il tuo ricevimento

Una location ideale per ricevimenti privati eleganti e di ricercata particolarità

Maggiori info



parking   wifi

P. IVA Numero R.E.A. 572834 - P.Iva e Reg. Imp. di FIRENZE n. 05666640486 - Capitale Sociale € 35.000,00 i.v.

ENG: